AIAS Padova Chi siamo

A.I.A.S. Sezione di Padova

L’A.I.A.S. è iscritta al registro nazionale delle associazioni di promozione sociale e a quello regionale con il codice di classificazione: NZ/PD0015.
L’Associazione che ci unisce è nata ufficialmente il 1° marzo del 1970 quando nel territorio padovano non esistevano prestazioni riabilitative per i piccoli che avessero subito esiti di paralisi cerebrale infantile.
Come tante A.I.A.S. venete anche la nostra ha iniziato la sua attività erogando servizi sanitari e socio-sanitari di qualità a ragazzi disabili.
Nel primissimo periodo di crescita associativa abbiamo privilegiato l’aspetto riabilitativo dotandoci di una equipe che nel 1972 ha realizzato il primo prototipo in Italia di un Ceod, chiamato Day-House, riunendo soggetti gravissimi dal punto di vista della comprensione e della comunicazione.
Oltre alla Day House l’A.I.A.S. ha realizzato verso la metà degli anni ’70 altri due gruppi di soggetti diversamente abili, il gruppo “grandi”, formato da ragazzi disabili motori dotati di capacità di relazione che vivevano però ancora solo in famiglia, ed un terzo gruppo di soggetti gravi e meno gravi a causa di serie difficoltà motorie ed a volte anche intellettive. Queste attività sono tuttora ricordate come antesignane di una enorme conquista, il diritto di cittadinanza di tutti i disabili e l’apertura di servizi per il mondo della disabilità nel suo complesso.
Nel 1986, in virtù di una legge regionale che permetteva il passaggio di tutti gli operatori delle A.I.A.S. venete alle ULSS di appartenenza territoriale, i tre centri fondati dall’A.I.A.S. a Padova, Piove di Sacco ed Este furono ceduti alla Sanità pubblica.
L’A.I.A.S. però ha continuato con una nuova veste la sua missione. Ora per rendere vivibile il nostro mondo ci sono numerose iniziative e diversi progetti concreti che hanno soprattutto come base la diffusione del rispetto della dignità di ogni uomo e come obiettivo l’aiuto ai disabili e alle famiglie per arrivare lì dove la pubblica amministrazione non può. L’A.I.A.S. di Padova, inoltre, costituisce una rete di auto-aiuto fra genitori, verifica la qualità dei servizi erogati dal servizio pubblico, partecipa con assiduità ai tavoli di lavoro sulla disabilità per ciò che riguarda l’aspetto normativo.
Vivere condividendo la strada comune, ci rende più ricchi di esperienze, più forti nelle richieste, meno soli nelle difficoltà quotidiane.